28° Giornata di Serie A

Venerdì

28 anticipo def
La 28° giornata di serie A si apre con un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori, capitano della Fiorentina scomparso domenica a causa di un improvviso malore.
La prima sfida vede fronteggiarsi la Roma, in casa, contro il Torino di Walter Mazzarri. Entrambe le squadre hanno bisogno di una vittoria. Nel primo tempo, dove è il Torino a giocare meglio, i giallorossi resistono solo grazie ad uno strepitoso Allison e alla prestazione difensiva di Manolas. Il secondo tempo è caratterizzato da tre gol dei capitolini. Apre le marcature un bel gol di Manolas su assist di Florenzi, da lì la partita è in discesa per i padroni di casa. Arriva anche il gol di capitan De Rossi e nei minuti finali chiude la partita il tris firmato Pellegrini. I granata vanno al tappeto. Il risultato permette alla Roma di consolidare il terzo posto.

Sabato

28 anticipo sabato def

Il sabato di campionato vede protagonista il derby veronese, incontro molto sofferto. L’Hellas si impone con un bel gol di Caracciolo su assist del giovane Verde, ex giovanili Roma.
Il Chievo viene risucchiato nella lotta salvezza, invece i concittadini iniziano a credere ad una permanenza in A.
Si tratta di un finale di stagione molto entusiasta per la zona retrocessione.
Migliore: Caracciolo; Peggiore: Cacciatore.

Domenica

28 domenica

Fiorentina Benevento
Gara molto sentita ed emozionante dopo la tragica disgrazia avvenuta domenica scorsa, tutti i volti dei giocatori sono commossi ed ogni pensiero è rivolto al Capitano Davide Astori.
La viola riesce a vincere grazie ad un gol di Victor Hugo su calcio d’angolo, l’assist è di Saponara.
Migliore: Victor Hugo; Peggiore: Simeone.

Juve Udinese
La Juve cambia sei giocatori rispetto alla partita di Champions ma il risultato non cambia, scende in campo una formazione determinata a vincere e lo dimostra fin da subito.
Dybala è devastante: al ventesimo inventa una punizione magistrale, si procura un rigore (sbagliato da Higuian) e segna il raddoppio grazie ad un bel assist di Higuian.
Bianconeri troppo forti per un Udinese in mini crisi.
Migliore: Dybala; Peggiore: Angella.

Cagliari Lazio
I biancocelesti non riescono più a vincere, pareggiano 2-2.
La partita molto viva. Il Cagliari al 25′ si porta in vantaggio, Strakosha para un gran colpo di testa di Han ma Pavoletti si avventa sulla ribattuta e segna. Passano soli 10 minuti e la Lazio si riporta in gara con Luis Alberto che disegna una bellissima punizione per la testa di Lucas Leiva che viene anticipato maldestramente da Ceppitelli che la insacca nella rete sbagliata.
Nel secondo tempo le squadre cercano il gol del vantaggio che arriva al 74′ su rigore segnato da Barella, il penalty è stato assegnato dopo aver visionato l’azione al VAR. Infine, al 95′ Ciro Immobile, in extremis, segna il gol del pareggio con un invenzione strabiliante, un tacco al volo da non crederci e da rivedere ore e ore, l’assist è di F.Anderson.
Migliore: Barella; Peggiore: Luiz Felipe

Sassuolo Spal
Derby salvezza per le due squadre Emiliane. Al 27′ passa in vantaggio la Spal con Antenucci su assist di Schiattarella, 3 minuti più tardi viene concesso un rigore al Sassuolo, realizzato da Babacar.
La partita finirà 1-1 ma il Sassuolo prende una traversa con Ragusa e Politano sbaglia un rigore, parato dalla giovane promessa Meret.
La Spal continua a sperare ad una salvezza storica a pari punti con il Sassuolo in zona rossa, la lotta sarà agguerrita.
Migliore: Antenucci, Babacar; Peggiore: Politano

Bologna Atalanta
Il primo tempo della sfida al Dall’Ara è caratterizzato da una superiorità assoluta dei padroni di casa ma le occasioni più importanti sono di marchio orobico. La partita non viene sbloccata e rimane sullo 0-0.
Nel secondo tempo il Bologna non scende in campo ed è un monologo Atalantino, la squadra di Gasperini gioca un gran calcio e allo 83° Ilicic appoggia a rimorchio il pallone per De Roon che calcia di destro e manda il pallone all’incontro dei pali.
L’Atalanta sogna di tornare nuovamente in Europa per crescere e dimostrare che lo scorso anno non sia stato solo un caso.
Migliore: Ilicic; Peggiore: Avenatti.

Crotone Sampdoria
La partita più sorprendente della giornata è proprio questa! I padroni di casa si impongono per 4-1 contro la squadra rivelazione del campionato.
La Samp aveva la possibilità di accorciare le distanze dalle avversarie che la precedono in classifica e tenere il passo del Milan ma così non è stato.
Al 7° sugli sviluppi di un corner, indecisione difensiva e Trotta si trova solo in area e segna la prima rete senza problemi. Al 23° rigore battuto da Trotta e parato da Viviano ma sulla ribattuta Stoian mette in rete.
Al 38° siamo già 3-0 Benali calcia, Viviano respinge male ed arriva Trotta che deposita facilmente in rete.
Al 70′ la Doria cerca di reagire e realizza il gol della bandiera con Zapata
Al 86′ Simy in contropiede calcia, Viviano devia sul palo, Silvestre rinvia su Viviano, la frittata è fatta, la sfera entra in rete.
Migliore: Trotta; Peggiore: Ramirez.

Genoa Milan
I padroni di casa, come spesso accade, addormentano la gara. Il risultano sembrava già scritto con un noioso pareggio a reti inviolate ma proprio all’ultimo minuto André Silva segna il suo primo gol in campionato, colpo di testa su assist di Suso.
Il Milan vincendo anche questa partita inizia a sentire odore di Champions anche perché le squadre avanti in classifica vanno molto a rilento. Sognare non costa nulla!
Migliore: Suso; Peggiore: —

Inter Napoli
Partita vivace fin dai primi minuti, le squadre si sono affrontate a viso aperto ma non riescono a farsi realmente del male.
Prestazione egregia delle difese.
Il Napoli viene superato in classifica dalla Juve che passa in prima posizione. L’Inter prende un ottimo punto, ma resta dietro la Lazio, alle loro spalle si avvicinano sempre di più i cugini.
Migliore: Skriniar; Peggiore: Mertens.

G.B.
Top e Flop: S.B.

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: