30° Giornata di Serie A

Bologna-Roma

Al Dall’Ara un buon Bologna passa in vantaggio con un destro dal limite di Pulgar che batte Allison. Nella ripresa la Roma acciuffa il pareggio con un gol Dzeko subentrato dalla panchina al posto del faraone. Prima del pareggio Strootman prende un clamoroso palo su corner. Fischiato Schick.

Migliore: Pulgar; Peggiore: Schick

Lazio-Benevento

Gioco-Partita-Incontro. Risultato tennistico a Roma. La partita che pareva scontata sembra prendere la piaga prevista al 7° quando il portiere sannino, Puggioni, viene espulso. Al 19° la Lazio passa in vantaggio con Immobile. Tutto finito? No. Le streghe pareggiano con l’ex Cataldi è passano in vantaggio al 51° con Gulherme. I biancocelesti hanno un altro passo e in mezz’ora mettono a segno 5 reti per il 6-2 finale. Reti di Caicedo, Se Vrji, Lucas Leiva, Immobile(doppietta) e Luis Alberto su calcio di Rigore.

Migliore: Immobile; Peggiore: Puggioni

Inter-Hellas Verona

Partita semplice per i nerazzurri che con una doppietta di Icardi e un gol, il secondo del match, di Perisic archivia la pratica Hellas e si porta a meno due punti dalla Roma per una zona Champions piena di vitalità. Sul finale espulso Nicolas, estremo difensore del Verona.

Migliore: Icardi; Peggiore: Nicolas

Genoa-SPAL

Al Luigi Ferraris va in scena un importante scontro diretto. Le cose di mettono bene per il Genoa che usufruisce di due rigori, calciatori entrambi da Lapadula, il primo Parato da Meret e il secondo(molto dubbio assegnato con il VAR) messo a segno. I ferraresi restano in 10 per l’espulsione di Vicari. Con grande cuore i bianca-azzurri pareggiano con Lazzari al 60° e resistono all’offensiva finale del Genoa.

Migliore: Meret; Peggiore: Lapadula.

Cagliari-Torino

Granata con il lutto al braccio in ricordo dello scomparso mister Mondonico. Partita sullo 0-0 fino al 61° poi il Toro cala il poker grazie ai gol di Iago, Ljajic, Ansaldi e Obi. Mazzari cambia modulo, abbandonato il fidato 433 e passa al 352 ottenendo un’importante vittoria in trasferta.

Migliore: Iago; Peggiore: Castan.

Atalanta-Udinese

Una buona Atalanta e un’opaca Udine. Passa un’ora di gioco prima di vedere il primo gol firmato Petagna, subito dopo Masiello chiude la partita. La dea può sognare ancora europeo. La squadra di Oddo, che tanto aveva meravigliato, sembra non saper più giocare, mai in partita.

Migliore: Gomez; Peggiore: Nuytinck.

Fiorentina-Crotone

Clima ancora surreale al Franchi. La Fiesole ricorda il capitano scomparso prematuramente al minuto 13 e ricorda anche il mister Mondonico. Viola che vincono e portano a quattro le partite consecutive vinte. Gol di Simeone in apertura e Chiesa a chiudere la partita. Espulso Capuano al 59°. Crotone fermo al terzultimo posto.

Migliore: Chiesa; Peggiore: Capuano.

 

Sassuolo-Napoli

A Reggio Emilia il Napoli inciampa in un pareggio, dopo 5′ i partenopei vanno in vantaggio ma la rete viene annullata per un netto fuorigioco. Al 22° Politano ,il giocatore che sperava di indossare la maglia partenopea spezza per il momento i sogni di gloria degli azzurri, porta i padroni di casa in vantaggio. Solo nei minuti finali, con una papera di Rogerio che regala il gol a Callejon, il Napoli riesce a strappare un punticino ormai insperato. A nulla vale l’assedio finale napoletano.
Pareggio spiacevole per il Napoli che deve tornare subito alla vittoria nella prossima partita ed arrivare in forma per la sfida di Torino il 22 Aprile, dove la vittoria potrebbe non bastare.

Migliore: Politano; Peggiore: Rogerio.

Chievo Verona-Sampdoria

Primo tempo giocato bene dai blucerchiati che riescono ad andare in vantaggio con un rigore trasformato da Quagliarella.
Secondo tempo decisamente diverso con una Samp molle e un Chievo molto aggressivo che ribalta il risultano con i gol di Castro e Hetemaj.
Dopo tre sconfitte i padroni di casa tornano alla vittoria e cercano di allontanarsi dalla zona rossa, i blucerchiati sempre più in crisi e sempre più lontani dalla zona Europa.

Migliore: Castro; Peggiore: Regini.

Juventus-Milan

Una Juve non impeccabile batte 3-1 i rossoneri, fondamenta il ritorno in campo del colombiano Cuadrado che segna al 79° il gol del vantaggio.
Un gol per parte nel primo tempo, la joya e l’ex Bonucci. Chiude al minuto 87′ Khedira firma il tris. Sul 1-1 Calhanoglu colpisce la traversa.
La capolista tenta una fuga dopo il piccolo passo falso del Napoli, si aspetta con ansia lo scontro diretto! Una vittoria forse non meritata della signora che non perdona il passo falso del Napoli e si porta a +4.

Migliore: Dybala; Peggiore: Bonaventura.

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: