Progetti

BarrelBook

BarrelBook nasce dall’idea dell’associazione culturale Terra Matta di portare anche a Enna l’idea del bookcrossing americano; uno spazio fruibile, aperto e libero per tutti in cui depositare libri che non si ha più voglia di tenere in casa: opere lette, iniziate e mai finite, testi amati e che si desidera condividere. Un posto per dare un’altra vita a un libro che altrimenti resterebbe impolverato nella libreria di casa. Il progetto si inserisce fra le iniziative volte alla rivalorizzazione, al riciclo e alla tutela del verde; per questo abbiamo scelto come librerie dei contenitori del tutto inusuali, delle botti restaurate e sistemate con cura dai soci e da chiunque vuole fornire il proprio contributo.
L’idea vuole diventare un’opportunità per fare in modo che anche gli estranei scambino libri reciprocamente per il solo piacere di condividere, consigliare e far conoscere un libro a una cerchia più ampia di quella dei propri amici. I BarrelBook point sono dislocati nei punti strategici sia di Enna alta che Enna bassa, grazie ad essi chiunque può prendere uno dei libri che vi sono contenuti senza chiederne l’autorizzazione, senza formalità, senza schede di prestito, e inserirne di nuovi. In questo modo anche chi ha fretta, chi è di passaggio dopo una corsa o una chiacchierata con gli amici potrà fermarsi un momento a prendere un testo da leggere.
Per sostenere il progetto, dopo l’inaugurazione della prima BarrelBook installata presso le cooperative Habitat ad Enna bassa, abbiamo lanciato una campagna di crowfunding sulla piattaforma Eppela, e grazie al sostegno di chi ha creduto in noi, siamo riusciti a realizzare altre due botti-librerie sul territorio: la prima, posta inizialmente  in centro vicino al teatro Garibaldi, è stata da poco re-inaugurata e spostata in via Mercato Sant’Antonio, e l’altra, la più piccola delle tre (al momento in manutenzione) è stata dedicata ai più piccini e posta vicino la scuola elementare E. De Amicis.
A giugno 2018, in occasione dell’inaugurazione del presidio Libera di Enna, intitolato a Patrizia Scifo, che ha visto coinvolto in prima persona Don Luigi Ciotti, è stata realizzata una BarrelBook della memoria, contenente libri sulla mafia e sulle sue vittime, che si trova presso il Centro Atlantis, sede del presidio e della ns. associazione.

CONDIVIDI LA LETTURA
ALIMENTI LA CULTURA
PRESERVI LA NATURA

Chiudi il menu