Caffè con penna. Dal vocabolario di Elena Ferrante.

Della saga di Elena Ferrante si potrebbero scrivere (e sono stati scritti) fiumi e fiumi di parole.

Ma sono a mare, spiaggia deserta (ringrazio un temporale che doveva arrivare ma non è arrivato). Respiro, non sospiro.

Aspettavo questo istante da tutto l’anno. Solo io, il rumore dei flutti che si infrangono su un bagnasciuga quasi deserto, la leggerezza del mio respiro, la percezione di questo momento. Hic et nunc.

Esserci nel momento presente. Quante volte ho confuso questo prezioso concetto di realtà con quello che Elena Ferrante chiama “smarginatura”. Ebbene sì, di ben quattro libroni di saga è su questo unico elemento che voglio soffermarmi.

Smarginatura… termine senza alcun corrispettivo in lingua italiana, certamente ancora aperto ad interpretazioni. Dunque anche alla mia.

 

Fin dal primo volume, L’amica geniale, Lila, una delle due protagoniste, probabilmente inconsapevolmente, si sente travolta dalla smarginatura in determinate situazioni. Soprattutto in quelle complicate, dalle quali non riesce ad uscire, quando si sente in pericolo e sola al mondo. Smarginatura…liquidità ed evanescenza dei confini: relazionali, personali, dell’identità, di realtà.

Meccanismo di difesa? Fuggire dal momento e da se stessi? Probabilmente.

A volte è necessario, per la protagonista, e probabilmente per ciascuno di noi, per difenderci dalla negatività, dal male.

E allora eccola lì, estranea a sé e al mondo. Sola con ciò che nasconde dentro, pure a se stessa, ma per salvarsi.

Cosa ha a che fare la smarginatura con l’hic et nunc? Con la consapevolezza del momento presente. Nulla, perché alla prima manca la consapevolezza, non a torto, è difesa, non dimentichiamolo.

Adesso però abbandono la smarginatura, sto respirando, non sospirando, sono nel momento presente ed è dove voglio stare. Torno sulla spiaggia, ha iniziato a piovere, c’è il sole che tramonta, granelli di sabbia sulla pelle.

Respiro, non sospiro.

Hic et nunc.

Buone vacanze, buona consapevolezza, buon respiro a tutti.

Laura Ventimiglia

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: