Creed II

di Andrea
Lo Gioco

Una delle saghe più famose e appassionanti della storia del cinema, un personaggio in cui, almeno una volta, ognuno di noi ha sognato e cercato di immedesimarsi, un eroe moderno con un cuore puro e un’anima da combattente, Rocky Balboa. Sylvester Stallone e il suo alter ego cinematografico hanno rappresentato l’importanza di vivere, la capacità di saper incassare e rialzarsi, la caparbietà di affrontare le proprie paure e i propri limiti. Nel 2015 Ryan Coogler, con il primo Creed, ha ridato lustro alla saga donando nuova linfa al personaggio di Rocky attraverso l’incontro con Adonis Creed, figlio del mai dimenticato amico Apollo. Un film che infiammò critica e pubblico, un gioiello, un connubio tra cinema classico e moderno, l’incontro di due anime inquiete, colpite dalla vita e dalla sorte, ma ancora in piedi, pronti ad affrontare nuove sfide.

In Creed II ritroviamo Adonis campione del mondo con Rocky al suo fianco (solo l’entrata in scena di Rocky vale il prezzo del biglietto). Dal passato riemerge la figura di Ivan Drago, assassino di Apollo, desideroso di vendetta attraverso la figura del figlio Viktor. Il film riprende alcuni personaggi ed eventi di Rocky IV, ma lo spirito è diverso: non è più uno scontro tra nazioni ma è costruito sull’animo dei personaggi e sui rapporti umani, sulle priorità della vita e sui cambiamenti (anche Ivan Drago/Lundgren dimostra un’umanità spiazzante). È un passaggio di testimone tra Rocky (Stallone) e Adonis (Jordan), degno erede di un personaggio divenuto icona. La splendida musica di Bill Conti sottolinea l’animo puro e sincero di Rocky, le sue debolezze, che tuttavia non rappresentano il suo punto debole bensì il punto di forza da cui ripartire con la consapevolezza di poter e voler affrontare un altro round nella vita.
Creed II è l’ottavo film della saga di Rocky, non uno spin- off, ma il completamento di un cerchio. Gli antagonisti riescono a entrare nel cuore dello spettatore poiché dotati di umanità e sguardi persi nella sofferenza e non accecati dalla rabbia. La saga di Rocky ha notevolmente e indissolubilmente rappresentato e influenzato non solo la storia del cinema, ma la vita di ognuno di noi, insegnandoci quanto sia importante lottare, “andare oltre la distanza”, superare i nostri limiti proteggendo i nostri sogni e lottando per realizzarli.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. Bell’articolo! Il film mi è piaciuto molto! Se ti va dai un’occhiata alla nostra recensione di Creed II sul nostro sito, iscriviti e lascia like.

    1. Daremo certamente un’occhiata alla vostra recensione e al vostro sito. Grazie.

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: