È già finita l’avVentura. Il racconto della serie A.

Se il buongiorno si vede dal mattino a Verona dopo più di tre mesi non è mai arrivato, anzi piove sul bagnato. Dopo un avvio scadente il presidente ha deciso di affidare la panchina all’ex ct della nazionale, Gian Piero Ventura, che si è dimesso poche settimane dopo il suo arrivo, causando ancora più confusione nell’ambiente. Dure le parole dello storico capitano, Sergio Pellissier, che ha twittato: “Un inizio di stagione da dimenticare e per dire che non c’è mai fine al peggio le dimissioni di un mister che dal primo momento che è arrivato se ne voleva già andare. Pazzesco!!! In 22 stagioni da professionista pensavo di aver visto tutto ma sono costretto ad ammettere che c’è sempre qualcosa di nuovo”.”

A Preziosi piace giocare con il fuoco, dopo l’esonero di Ballardini, che aveva accumulato 12 dignitosi punti in 7 partite, il Genoa non conosce la parola vittoria. Piatek non riconosce più l’amata porta e la via del gol.
A breve ci aspettiamo l’ennesimo cambio in panchina.
Inoltre, anche l’altra sponda di Genova non sta attraversando un periodo splendido, sconfitte pesanti hanno trasformato la difesa migliore d’Europa in difesa in difficoltà che ha incassato 11 gol nelle ultime 3 partite. Rimaniamo in attesa del derby per la svolta stagionale di una delle tue Genovesi.

Zona Champions:
Milan e Lazio continuano la loro stagione discontinua, dei miglioramenti ci sono stati ma se vogliono la Champions devono cambiare passo, la Roma nonostante l’avvio non brillante si trova a soli 3 punti dalla Lazio e 2 dal Milan.
La Roma sembra finalmente aver trovato l’equilibrio, gli acquisti si stanno inserendo negli schemi e la squadra inizia a convincere. Pastore ancora un oggetto misterioso, sarà addio già a Gennaio?

L’Inter deve fermarsi dopo il suo filotto di successi, domenica la Dea, a Bergamo, ha riportato con i piedi per terra la squadra di Spalletti che sicuramente ha pagato le fatiche della sfida con il Barca.
Un ottima stagione per l’Inter, è ritornata in Champions, ha dimostrato di sapersi giocare le sue carte ed un buon campionato.
Spalletti ha il merito di aver recuperato giocatori che erano fuori il progetto ad inizio campionato.

Il Napoli continua la sua rincorsa verso la Juve e dimostra anche quest’anno di essere lei la vera antagonista.
Carletto fa ruotare tutta la squadra, anche se nell’ultimo periodo ha definito gli undici di cui fidarsi nei momenti più difficili.

Torino e Fiorentina dimostrano di avere une di qualità ma senza esperienza e personalità, i giocatori devono cambiare rotta e dimostrate di poter lottare per l’Europa. Tanti giovani molto interessanti tra le fila delle due squadre.

La Vecchia Signora distrugge record su record ma fa intravedere umanità, pareggiando in campionato con il Genoa e perdendo in Champions con il Manchester Utd, nonostante aver dominato per 85 minuti. Ronaldo è l’alieno che avevamo visto a Madrid, serve un po’ di cinismo in più.

Piccoli segnali di risveglio per le due neo promosse Empoli e Frosinone, invece notte fonda per l’Udinese (esonerato Velazquez), male anche il Bologna di Pippo Inzaghi.

Il sogno Spal si interrompe, continua a confermarsi solida ma per una salvezza tranquilla non per altro. Il Cagliari sembra avere la stessa sorte della squadra di Ferrara, piccola chicca: negli ultimi 4 anni Pavoletti è il bomber che ha fatto più gol di testa, ben 20, più di Cavani e Ronaldo.

Le sorprese per il momento sono Parma e Sassuolo, sono lì in lotta per un posto in Europa, il Parma è una neo promossa ma i tifosi iniziano a ricordare il vecchio Parma una delle sette sorelle della nostra serie A.

Ultima nota l’Atalanta si è svegliata dall’incubo, io simbolo del loro risveglio senza alcun dubbio lo Sloveno Ilicic, incanta il pubblico, segna e fa segnare. Una difesa che segna più di Dzeko, Dybala e Luis Alberto messi insieme. Tanto merito è del mister, Gian Piero Gasperini.

Dimenticavo è tornato dal lungo infortunio Andrea Conti, speriamo di vederlo al più presto, già dalla prossima di campionato, anzi no, perché ha giocato i primi minuti con la primavera ed ha già preso una squalifica di ben 3 giornate.

Buon campionato a tutti e ben tornato Andrea!

Gianluca Balistreri

ventura

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: