Il racconto della seria A. La vecchia signora e le altre.

Settimana di stop per il nostro amato campionato, ma fra qualche giorno si ricomincia.

Prima parliamo della nostra nazionale che ritrova una fondamentale vittoria in una gara ufficiale. Bel gioco, unione e allegria, sembra veramente la gara della svolta. Ovviamente è l’augurio di tutti, ma era da tanto tempo che non si vedeva tutta questa tecnica e così tanti giocatori di qualità in campo.

Torniamo al campionato ed iniziamo a parlare della vecchia signora, la Juventus, che non ha alcuna intenzione di fermarsi. A caccia di record su record conquistando vittorie su vittorie, vedremo se riusciranno a migliorarsi. Per il momento sembrano invincibili e non solo per la forza dei singoli, come inizio stagione, ma si inizia a vedere un po’ di bel gioco.

Carletto e il suo Napoli vincono e convincono dopo un inizio stagione a singhiozzo. Si sono dovuti arrendere, tra gli altri, anche i vice campioni di Europa, il Liverpool, usciti sconfitti dal San Paolo. Unico grosso rimpianto la sconfitta con i bianconeri, di Torino, in campionato.

L’Inter di Spalletti sembra aver svoltato la stagione, la grandissima rimonta con gli Spurs (Tottenham) ha dato fiducia ai nerazzurri che sembrano una squadra vera.

Il sogno Spal ha perso quota, dopo i 9 punti dopo le prime giornate. Dimostra, comunque di essere una squadra temibile e solida, complimenti a mister Semplici.

Nonostante un buon cammino il presidente Preziosi ha deciso di cambiare guida tecnica al suo Genoa, definendo l’ormai ex tecnico Ballardini “troppo scarso” e richiama Juric ancora in busta paga dallo scorso anno, siamo curiosi di vedere se anche con lui la sorpresa del campionato, il bomber Piatek, continuerà a segnare!

La squadra che sta deludendo di più non può non essere che la Dea, il crollo dopo due stagioni di qualificazione in Europa. La delusione dopo l’eliminazione pare troppo forte e non sembra che l’Atalanta riesca ad andare avanti, ci aspettiamo un cambiamento dopo la sosta da Gasp e i tuoi ragazzi.

La neopromossa Parma continua a sorprendere e si trova a pari punti dei Viola e del Sassuolo, queste ultime di sicuro le due squadre più propositive e che mostrano un bel gioco.

Le due romane si dimostrano competitive come ogni anno. La Roma ha ritrovato un’identità, conquistando vittorie e punti che servono anche per far morale; invece la Lazio continua la sua altalena, tra alti e bassi, in questo momento debole con le grandi e forte con le piccole. Unica vittoria contro una squadra di alta classifica come la Fiorentina, nonostante sia arrivata non con poche difficoltà.

L’altra squadra di Genova la Sampdoria sorprende come ogni anno, vende e migliora i risultati dell’anno precedente. Per il momento una squadra che gioca bene e sembra poter crescere.

Le altre due neopromosse faticano a fare punti, l’Empoli mostra un bel gioco ma pecca di inesperienza, non è dalla sua parte la fortuna, i toscani hanno colpito ben 6 pali (la squadra con maggior legni colpiti). Poi c’è il Frosinone che si dimostra inferiore a tutte, soprattutto con grosse lacune in difesa e un’alta difficoltà ad andare a rete.

Concludiamo con due squadre a pari punti ed a metà classifica: Torino e Milan che nelle ultime giornate hanno trovato punti importanti, che portano grande entusiasmo.

I rossoneri dopo la sosta hanno il Derby che può dare la svolta alla loro stagione mentre il Toro aspetta la svolta del suo Gallo (Belotti) perduto.

Ultima chicca Cassano torna a giocare, in serie C, con l’Entella. La notizia circolava da ormai un anno, finalmente è arrivata la firma…. A no, ops, scusate. Un’altra cassanata, il barese ci ripensa anche questa volta, dopo Verona ci ricasca, sarà l’ultima volta che prende in giro tutti(compreso se stesso)? Quale sarà la prossima squadra a credere nel talento di Bari vecchia?

Non ci resta che aspettare e vedere.

Buon campionato a tutti!!

Gianluca Balistreri

biraghi

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: