Il racconto della serie A. Pagellone finale.

Atalanta 8

La stagione della Dea poteva essere problematica a causa dell’impegno Europeo e la vendita di due giocatori fondamentali (Conti e Kessie) ma cosi non è stato. La squadra allenata da Giampiero Gasperini ha fatto un buonissimo campionato, qualificandosi nuovamente in Europa League e uscendo a testa alta dalla Europa League dove quest’anno ha fornito un’ottima prestazione meravigliando tutti e vincendo il proprio girone di ferro. Ottima la crescita di Cristante. Speriamo che il prossimo anno possano fornire ancora buone prestazioni nonostante le partenze di due pezzi forti come Caldara e Spinazzola.

Allenatore: Gianpiero Gasperini 8,5

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 60/1.58

Classifiche a confronto: -12 rispetto al 2016/17

Giocatore con più presenze: Remo Freuler (3.191 minuti, 35 presenze)

Miglior marcatore: Josip Ilicic (11 reti)

Miglior assist-man: Alejandro Gomez (13)

Miglior giocatore: Josip Ilicic

Il più ammonito: Marteen de Roon (8)

Il più espulso: Gianluca Mancini, Marteen de Roon, Remo Freuler, Rafael Toloi e Jasmin Kurtic (1)

Benevento 5

Stagione assolutamente negativa per i campani chi iniziano il campionato con il record negativo di sconfitte consecutive, ben 12. Retrocessione già certa a Dicembre. Nonostante le premesse non sono mancate le buone prestazioni delle streghe, sicuramente da ricordare le due partite contro il Milan di Gattuso che rappresentano il primo punto e la prima vittoria in trasferta in serie A. da segnalare sicuramente il gigante maliano Diabatè, arrivato a gennaio e protagonista con 4 doppiette.

Allenatore: Marco Baroni 2; Roberto De Zerbi

Piazzamento: 20°

Punti conquistati/media punti: 21/0.55

Giocatore con più minuti in campo: Djimsiti (2896 minuti)

Classifiche a confronto: //

Miglior marcatore: Diabatè (8)

Miglior assist-man: Viola (5)

Miglior giocatore: Diabatè

Il più ammonito Cataldi (11)

Il più espulso: Diabatè, Antei, Cataldi, Violea, Puggioni, Letizia (1)

Bologna 5

Stagione deludente per la squadra Emiliana, ha stabilito il record di sconfitte ben 21, ma non è stata mai realmente a rischio retrocessione. Se vogliamo l’unica nota positiva della stagione è la crescita di Simone Verdi.

Allenatore: Roberto Donadoni 6

Piazzamento: 15°

Punti conquistati/media punti: 39/1.03

Giocatore con più presenze: Antonio Mirante (3.173 minuti, 33 presenze)

Classifiche a confronto: -2 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Simone Verdi (10)

Miglior assist-man: Simone Verdi (10)

Miglior giocatore: Simone Verdi

Il più ammonito: Adam Masina, Andrea Poli, Eerick Pulgar e Rodrigo Palacio (9)

Il più espulso: Giancarlo Gonzalez (2)

Cagliari 6

Stagione anonima per i sardi che nonostante una buona rosa rischiano fino all’ultima giornata la retrocessione. La novità principale della stagione rossoblù è l’abbandono dello Stadio Sant’Elia dopo 47 anni di attività. Le nuove partite casalinghe vengono infatti disputate al nuovo stadio provvisorio denominato Sardegna Arena. Stagione condizionata a ottobre dall’esonero di Massimo Rastelli e che ha subito un duro colpo con la positività all’antidiping di Joao Pedro. Tra le cose positive la crescita di Nicolò Barella e di Filippo Romagna.

Allenatore: Massimo Rastelli 4; Diego Lopez 5

Piazzamento: 16°

Punti conquistati/media punti: 39/1.02

Giocatore con più minuti in campo: Padoin (3318 minuti)

Classifiche a confronto: -8 rispetto alla serie a 2016/17

Miglior marcatore: Pavoletti (11)

Miglior assist-man: Faragò (5)

Miglior giocatore: Barella

Il più ammonito Barella (15)

Il più espulso: Pisacane (2)

Chievo Verona 6

Stagione più complicata del solito per il Chievo, a tre giornate decide di sostituire Maran con D’Anna ed arrivano tre vittorie decisive. Sempre decisivi il portiere Sorrentino, nonostante l’età che avanza e la punta Inglese, promessa sposa del Napoli.

Allenatore: Rolando Maran 5,5; Lorenzo D’Anna 7

Piazzamento: 13°

Punti conquistati/media punti: 40/1.05

Giocatore con più presenze: Stefano Sorrentino (3.623 minuti, 38 presenze)

Classifiche a confronto: -3 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Roberto Inglese (12)

Miglior assist-man: Valter Birsa (7)

Miglior giocatore: Stefano Sorrentino

Il più ammonito: Perparim Hetemaj (9)

Il più espulso: Samuel Bastien, Ivan Radovanovic, Fabrizio Cacciatore e Mattia Bani (1)

Crotone 5,5

Purtroppo i calabresi arrivano terzultimi e tornano in serie b. Dopo la clamorosa salvezza dello scorso anno pareva scontata la permanenza in A dei rossoblu. Stagione Sfortunata, da ricordare sicuramente i pareggi con Juve e Inter.

Allenatore: Davide Nicola 5: Walter Zenga 5

Piazzamento: 18°

Punti conquistati/media punti: 35/0.92

Giocatore con più presenze: Alex Cordaz (3.625 minuti, 38 presenze)

Classifiche a confronto: +1 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Marcello Trotta e Simy (7)

Miglior assist-man: Davide Faraoni, Marcello Trotta, Adrian Stoian, Bruno Martella e Andrea Nalini (4)

Miglior giocatore: Cordaz

Il più ammonito: Rolando Mangragora e Ante Budimir (8)

Il più espulso: Marco Capuano e Federico Ceccherini (1)

Fiorentina 5

Stagione da dimenticare, è stata segnata dalla morte del suo capitano Davide Astori e con molti alti e bassi sfiorando la qualificazione all’Europa League.

I viola aveva cambiato molto la formazione rivoluzionando inserendo anche molti giovani di belle speranze, degni di nota il centrocampista Veretout e Simeone nel finale di stagione.

Piazzamento:

Allenatore: Stefano Pioli 6

Punti conquistati/media punti: 57/1.5

Giocatore con più presenze: Jordan Veretout (3.414 minuti, 36 presenze)

Classifiche a confronto: -3 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Giovanni Simeone (14)

Miglior assist-man: Federico Chiesa (9)

Miglior giocatore: Federico Chiesa

Il più ammonito: German Pezzella (12)

Il più espulso: Nikola Milenkovic, Milan Badelj, Bryan Dabo, Marco Sportiello e Jordan Veretout

Genoa 6,5

Inizio stagione complicato con la panchina che passa a Ballardini già a novembre. Stagione tranquilla che ha risentito della mancanza di un bomber al centro dell’attacco, ha deluso Lapadula. La certezza fra i pali è un fantastico Perin, che probabilmente ha giocato l’ultima stagione con i genoani.

Allenatore: Ivan Juric 3; Davide Ballardini 7

Piazzamento: 12°

Punti conquistati/media punti: 41/1.08

Giocatore con più presenze: Mattia Perin (3.535 minuti, 37 presenze)

Classifiche a confronto. +5 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Gianluca Lapadula (6)

Miglior assist-man: Oscar Hiljemark (4)

Miglior giocatore: Mattia Perin

Il più ammonito: Nicolas Spolli, Luca Rossettini e Andrea Bertolacci (7)

Il più espulso: Ervin Zukanovic, Andrea Bertolacci, Adel Taarabt, Stephane Omeonga e Goran Pandev (1)

Hellas Verona 3

Stagione pienamente fallimentare, iniziata male già dal precampionato con la vicenda Cassano e il litigio tra Pazzini e Pecchia. L’Hellas non ha mai dato l’impressione di potersi salvare e da notare che il miglior marcatore Kean ha fatto soltanto 4 gol. Gli unici a salvarsi sono Fares e Kean.

Allenatore: Pecchia 2,5

Piazzamento: 19°

Punti conquistati/media punti: 25/0.66

Giocatore con più presenze: Nicolas (3.432 minuti, 36 presenze)

Classifiche a confronto: l’anno scorso in Serie B

Miglior marcatore: Moise Kean (4)

Miglior assist-man: Romulo (5)

Miglior giocatore: Moise Kean

Il più ammonito: Mohamed Fares (12)

Il più espulso: Samuel Souprayen, Thomas Heurtaux e Nicolas (1)

Inter 8

Stagione altalenanti dei neroazzurri che nella tengono la testa della serie A nella prima parte del campionato. Il sogno del primo periodo viene deluso da una serie di risultati infelici che mette in dubbio l’accesso in Champions League fino all’ultima giornata proprio con la diretta concorrente Lazio. La partita decisiva si gioca a Roma all’Olimpico, la Lazio in vantaggio sul 2-1 si vede ribaltare il risultato dopo un rigore trasformato da Icardi, dopo un fallo di De Vrij proprio sull’attaccante argentino, l’espulsione si Lulic e il decisivo vantaggio di Vecino.

Allenatore: Luciano Spalletti 8,5

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 72/1.90

Giocatore con più presenze: Handanovic, Skriniar (3621 minuti, 36 presenze)

Classifiche a confronto: +10 rispetto alla serie A 2016/17

Miglior marcatore: Icardi (29)

Miglior assist-man: Brozovic, Candreva, Perisic (8)

Miglior giocatore: Icardi

Il più ammonito: Brozovic (9)

Il più espulso: Vecino (1)

Juventus 8,5

Altra stagione da incorniciare, continua a dominare e siamo a ben 7 scudetti di fila. Affascinante scontro con il Napoli, che dopo la vittoria all’Allianz veniva dato per scontato la vittoria della squadra Campana e la squadra di Allegri veniva definita finita. Dopo 17 anni il capitano Gigi Buffon lascia, un eredità molto pesante da sostituire. La stagione è positiva per quasi tutti i giocatori della vecchia signora ma da sottolineare le grandi prestazioni nella seconda parte di stagione del motorino Costa.

Allenatore: Massimiliano Allegri 8

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 95/2,5

Giocatore con più presenze: Gonzalo Higuain (2.980 minuti, 35 partite)

Classifiche a confronto: +4 rispetto al 2016-17

Miglior marcatore: Paulo Dybala (22)

Miglior assist-man: Douglas Costa (13)

Miglior giocatore: Douglas Costa

Il più ammonito: Medhi Benatia (8)

Il più espulso: Mario Mandzukic (1)

Lazio 7

Stagione incredibile per i biancocelesti che purtroppo chiudono con un passo falso che risulta fatale per l’accesso all’europa che conta. La squadra di Simone Inzaghi chiude con il migliore attacco, media di due gol e mezzo a stagione, Immobile ha segnato in questa serie A un gol ogni 93 minuti. Da sottolineare le prestazioni eccellenti di Luis Alberto e Milinkovic-Savic, vedremo se Lotito e Tare riusciranno a trattenere i loro gioielli.

Allenatore: Simone Inzaghi 8

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti:72/1.89

Giocatore con più presenze: Thomas Strakosha (3.621 minuti, 38 presenze)

Classifiche a confronto: +2 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Ciro Immobile (29)

Miglior assist-man: Luis Alberto (16)

Miglior giocatore: Ciro Immobile

Il più ammonito: Lucas Leiva (9)

Il più espulso: Stefan Radu, Marco Parolo, Senad Lulic, Gil Patric, Adam Marusic, Alessandro Murgia e Ciro Immobile (1)

Milan 6,5

Stagione negativa quest’anno avevano l’obbligo di qualificarsi tra le prime 4 però non è mai stata in grado di avvicinarsi. La squadra di Gennaro Gattuso nelle ultime partite è cresciuta e fa ben sperare per l’anno prossimo, hanno pagato soprattutto un inizio di campionato con Vincenzo Montella molto deludente. La nota positiva è aver individuato un giovanissimo bomber Cutrone.

Allenatori: Vincenzo Montella 5,5 e Gennaro Gattuso 6,5

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 64/1.68

Giocatore con più presenze: Gianluigi Donnarumma (3.645 minuti, 38 presenze)

Classifiche a confronto: +1 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Patrick Cutrone (10)

Miglior assist-man: Suso (10)

Miglior giocatore: Suso

Il più ammonito: Frank Kessie (9)

Il più espulso: Davide Calabria, Alessio Romagnoli, Ricardo Rodriguez, Hakan Calhanoglu, Leonardo Bonucci, Riccardo Montolivo e Suso (1)

Napoli 9

Il Napoli di Sarri Gioca un ottimo calcio, chiude con 91 punti, record di punti per il Napoli e per qualunque seconda nella storia della serie A. Senza questa Juve marziana probabilmente a Napoli starebbero festeggiando il terzo scudetto della loro storia. I partenopei riescono anche nell’impresa di battere i bianconeri a Torino a quattro giornate dalla fine portandosi a un punto ma crollano la domenica dopo a Firenze, come se per loro la stagione fosse finita con il favoloso gol di Koulibaly. Per questa stagione c’era un “patto per lo scudetto” grazie al quale gli azzurri hanno mantenuto tutti i campioni in rosa, pare difficile che per il prossimo anno De Laurentis possa trattenere i top a partire da Sarri.

Allenatore: Maurizio Sarri 8

Piazzamento: 2°

Punti conquistati/media punti: 91/2.39

Giocatore con più presenze: Pepe Reina (3.513 minuti, 37 presenze)

Classifiche a confronto: +5 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Dries Mertens (18)

Miglior assist-man: Josè Maria Callejon (15)

Miglior giocatore: Dries Mertens

Il più ammonito: Mario Rui (8)

Il più espulso: Mario Rui, Elseid Hysaj, Kalidou Koulibaly (1)

Roma 7,5

Stagione molto positiva, i giallorossi sono arrivati in semifinale di Champions e si sono qualificati nuovamente. La squadra di Di Francesco ha avuto delle difficoltà iniziali per il nuovo modulo, l’anno prossimo sarà sicuramente una delle candidate alla vittoria. Da segnalare il solito Dzeko e la crescita del giovane Under.

Allenatore: Eusebio Di Francesco 8

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 77/2.02

Giocatore con più presenze: Alisson (3.517 minuti, 37 presenze)

Classifiche a confronto: -10 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Edin Dzeko (16)

Miglior assist-man: Aleksandar Kolarov (12)

Miglior giocatore: Alisson

Il più ammonito: Federico Fazio, Radja Nainggolan, Daniele De Rossi, Edin Dzeko (6)

Il più espulso: Juan Jesus, Lorenzo Pellegrini, Daniele De Rossi, Radja Nainggolan (1)

Sampdoria 7

I blucerchiati, soprattutto nel girone d’andata, costruiscono la loro fortuna nelle partite casalinghe che costituisce un vero e proprio fortino. Giampaolo e i suoi sono stati una vera rivelazione, una squadra compatta con pezzi pregiati e di alta qualità come Zapata, Praet, Torreira e Quagliarella che conclude la stagione con il record personale di realizzazioni ben 19. Forse molla troppo presto concludendo a pari punti con il Torino e a 3 punti dall’Europa League.

Allenatore: Marco Giampaolo 8

Piazzamento: 10°

Punti conquistati/media punti: 54/1.42

Giocatore con più presenze: Lucas Torreira (3.365 minuti, 36 presenze)

Classifiche a confronto: +6 rispetto al 2016-17

Miglior marcatore: Fabio Quagliarella (19)

Miglior assist-man: Gaston Ramirez (10)

Miglior giocatore: Fabio Quagliarella

Il più ammonito: Gaston Ramirez (9)

Il più espulso: Edgar Barreto, Gianluca Caprari, Jacopo Sala (1)

Sassuolo 6

Stagione deludente degli Emiliani, hanno patito la mancanza del mister Di Francesco e la salvezza è arrivata con grande fatica ma grazie ad un Politano straripante è arrivata. Ci aspettavamo il ritorno del talento di Berardi perduto, invece delude le attese.

Allenatore: Cristian Bucchi 5; Giuseppe Iachini 7

Piazzamento: 11°

Punti conquistati/media punti: 43/1.13

Giocatore con più presenze: Francesco Acerbi (3.659 minuti, 38 presenze)

Classifiche a confronto: -3 rispetto al 2016-17

Miglior marcatore: Matteo Politano (19)

Miglior assist-man: Matteo Politano (5)

Miglior giocatore: Matteo Politano (6.09)

Il più ammonito: Federico Peluso (10)

Il più espulso: Edoardo Goldaniga, Francesco Magnanelli (2)

SPAL 7,5

A guardare la rosa a disposizione di Semplici sembrava scontato il ritorno in serie B. Invece i ferraresi hanno fatto un campionato di cuore, pareggiando molto e perdendo poco(decima nella particolare classifica delle squadre con meno sconfitte). Per il prossimo anno ci sarà molto da soffrire, ripartiranno sicuramente dal bomber Antenucci.

Allenatore: Leonardo Semplici 8

Piazzamento: 1

Punti conquistati/media punti: 38/1

Giocatore con più presenze: Manuel Lazzari (3.310 minuti, 36 presenze)

Classifiche a confronto: lo scorso anno in Serie B

Miglior marcatore: Mirco Antenucci (11)

Miglior assist-man: Mirco Antenucci (6)

Miglior giocatore: Mirco Antenucci

Il più ammonito: Pasquale Schiattarella (12)

Il più espulso: Federico Mattiello, Francesco Vicari, Felipe (1)

La formazione più utilizzata: Gomis; Felipe, Vicari, Salamon; Lazzari, Schiatterlla, Viviani, Grassi, Mattiello; Antenucci, Paloschi

Torino 6

I granata finiscono la loro stagione a metà classifica con risultati altalenanti. Il Toro ha cercato di cambiare rotta sostituendo Mihajlovic con Mazzarri ma cambia di poco se non di nulla. Stagione non brillante per il gallo Belotti.

Allenatore: Siniša Mihajlović 6, Walter Mazzarri 6,5

Piazzamento:

Punti conquistati/media punti: 54/1.42

Giocatore con più presenze: Salvatore Sirigu (3.540 minuti, 37 presenze)

Classifiche a confronto: + 1 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Iago Falque (12)

Miglior assist-man: Adem Ljajic (10)

Miglior giocatore: Iago Falque

Il più ammonito: Daniele Baselli, Tomas Rincon (12)

Il più espulso: Cristian Ansaldi, Lorenzo De Silvestri, Afriyie Acquah, Daniele Baselli (1)

Udinese 5

Stagione di alti e bassi per i friulani che sicuramente potevano fare di più. Iniziano male con mister Del Neri che verrà esonerato a favore di Massimo Oddo che riesce nell’impresa di portare la squadra in ottava posizione con 10 vittorie consecutive. Dopo però Oddo riesce anche a perdere 12 partite consecutive e a portare la squadra in zona retrocessione. Infine sarà mister Tudor a portare i bianconeri alla salvezza con gli ultimi decisivi 7 punti.

Allenatore: Luigi Delneri 3,Massimo Oddo, Igor Tudor 6

Piazzamento: 14°

Punti conquistati/media punti: 40/1.05

Giocatore con più presenze: Albano Bizzarri (3.061 minuti, 32 presenze)

Classifiche a confronto: -5 rispetto al 2016/17

Miglior marcatore: Kevin Lasagna (12)

Miglior assist-man: Rodrigo de Paul (8)

Miglior giocatore: Kevin Lasgna (6.16)

Il più ammonito: Danilo (8)

Il più espulso: Albano Bizzarri, Samir, Pezzella, Fofana (1)

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: