Libri a colazione- Bernardo e l’angelo nero

Questo è il primo libro che leggo di Fabrizio Silei, scrittore soprattutto di narrativa per ragazzi. Certamente se avete figli dalla quinta elementare in su consiglio di farglielo leggere, ma il bello è proprio che ha tenuto me incollata alle sue pagine, così come credo possa fare appunto con il pubblico adulto.

Immaginate Bernardo, dodicenne figlio del podestà del paese, convinto fascista, che vorrebbe un figlio tutto sentenze e muscoli, un bel balilla formato eroe nazionale che possa replicare al quadrato la gloria che lui stesso si aspetta di raggiungere. E Bernardo ci prova, ci prova da matti a soddisfare questa grande aspettativa: diventare qualcuno, portarsi – o almeno provarci – all’altezza di questo busto-padre mussoliniano. Ma non si può essere diversi dalla propria natura, vero? Così pagina dopo pagina, Bernardo scopre quale sia la sua vera natura…e dopotutto anche quella di suo padre. Scopre che spesso le apparenze ingannano e soprattutto scopre che queste cose si possono capire anche – se non soprattutto – grazie all’Incontro, fortuito incontro, con un insospettabile angelo nero.

Bello questo libro, vi farà fare un tuffo negli ultimi giorni della resistenza italiana, ma allo stesso tempo vi lascerà un sorriso, la voglia di sognare, più fiducia nel futuro e nelle persone, vi lascerà un cuore più ricco, vi farà assaggiare da vicino e con incredibile poesia quella cosa rara, misteriosa e vitale che si chiama “umanità” e che, in fin dei conti, non è altro che la nostra intima essenza e ciò che ci rende felici.

Elena Paganuzzi

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: