Schegge di cinema: La grande guerra di Mario Monicelli

1917. In un distretto militare, il romano Oreste Jacovacci (Alberto Sordi) incontra il milanese Giovanni Busacca (Vittorio Gassman), un uomo come lui, impegnato nel disperato e fallimentare tentativo di fuggire agli orrori della prima guerra mondiale.

Mario Monicelli dirige questo capolavoro del cinema italiano, la storia di due “poveracci” in un mix perfetto ed equilibrato tra due generi agli antipodi: dramma e commedia.

Gassman e Sordi sono perfetti nelle loro interpretazioni, indimenticabili interpreti ricchi di rabbia, orrore, paura ma che sapranno essere eroi pronti a sacrificarsi per amore della libertà e del senso di patriottismo.

Film da vedere e sentire, per comprendere quanto sia stato, sia e purtroppo sarà ingiusta ogni tipo di guerra ed i sacrifici derivati.

Andrea Lo Gioco

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: