Schegge di cinema. Qualcuno volò sul nido del cuculo.

Il capolavoro di Miloš Forman rappresenta la storia del cinema, tra i pochi film ad aver vinto tutti gli Oscar principali. Il film è un atto di ribellione contro il sistema degli ospedali psichiatrici dell’ epoca, in cui i pazienti non venivano riconosciuti come tali, bensì erano annientati socialmente e psicologicamente, deturpati nell’anima da un sistema fintamente rivolto alla riabilitazione e all’aiuto.
Forman dipinge un affresco, che a più di quarant’anni dall’uscita nelle sale risulta essere una metafora attuale, perché la follia non è riconducibile solamente ad un singolo individuo, ma anche a chi, in nome di una falsa democrazia, annienta ogni forma libera di espressione. Jack Nicholson e Louise Fletcher, le due facce della medaglia sono indimenticabili nelle loro contrapposte interpretazioni.
Un cult, un inno alla vita e alla sana follia vissuta come mezzo per rompere gli schemi in nome della libertà.
Andrea Lo Gioco
                                                      download (3).jpeg

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: