STANLIO E OLLIO di Jon S. Bird

  • Post Comments:0 Commenti
di Andrea Lo Gioco

In questo periodo di enorme difficoltà mondiale, auspicando che tutto possa tornare alla normalità, anche il mondo del cinema si è fermato, molte produzioni sospese, sale cinematografiche chiuse in tutto il globo. Incertezze e paura, ma anche coraggio e voglia di ripartire più forti di prima, con una nuova coscienza del tempo che ci permetterà di farne un uso più consapevole.
Ciò non ci impedisce di poter leggere o vedere film nelle nostre case, per riuscire a vivere questo periodo con più tenacia e tranquillità.

“Stanlio ed Ollio” del regista Jon S. Bird, è un biopic su due tra le figure più importanti della storia del cinema comico e non solo: Stan Lauren ed Oliver Hardy. Il film è incentrato sull’ultima tournée teatrale dei due attori nel 1953, tra notevoli difficoltà economiche e personali che non scalfirono il loro straordinario talento. La malinconia di un cinema vecchio stile, la semplicità dei gesti nel generare risate e l’arte dell’improvvisazione erano i punti di forza del duo. I due protagonisti Stevie Coogan (Stanlio) e John C. Reilly (Ollio), offrono due magnifiche interpretazioni, immedesimazione maniacale e grandi sfaccettature, valori aggiunti ad un film che non cade mai nella macchietta. Coogan replica l’energia e la buffoneria di Stanlio, Reilly offre un’interpretazione misurata con grandi picchi comici e drammatici.

Il biopic rende pienamente merito ed omaggio a due amici, due icone del cinema che non si arresero all’avanzare inesorabile del tempo.

Rispondi