Steven Spielberg. Schegge di cinema

Il cinema degli ultimi 50 anni è stato influenzato indubbiamente da una delle figure più importanti, se non la più importante,del settore: Steven Spielberg. Il suo nome è conosciuto in ogni angolo del globo, la sua bravura ed il suo genio sono riconosciuti da chiunque ami la Settima Arte; chi si approccia a diventare regista, chi culla il sogno di poter scrivere di cinema o chi ama i film nel senso più vero, ossia vederli, conosce Steven Spielberg.

Genio assoluto, capace di spaziare nei generi e nei temi, inventore del blockbuster estivo (nel 1975 con ” Lo squalo”), dal tocco registico unico, mix perfetto di tecnica, raffinatezza e magia. Regista di più di 50 film e produttore di 150 oltre che di serie tv, i suoi film sono entrati nel patrimonio della storia del cinema. Dal primo lungometraggio del 1971 “Duel”, passando per “Lo squalo”, ” Incontri ravvicinati del terzo tipo “, ” E.t”, ” Schindler’s list “, “Salvate il soldato Ryan” ( con cui ha vinto 4 Oscar nel 1993 e nel 1998).

Spielberg ha avuto come modello sicuramente Kubrick, oltre a ispirarsi al regista newyourkese ispirarsi ne è un’ evoluzione, cinematograficamente parlando. Abbandonando lo stile della vecchia Hollywood per uno stile più nuovo, dove libertà, estro e fantasia convivono in un mix esplosivo di frame, colori come Kubrick seppe fare.

Blockbuster e film impegnati sono presenti in equilibrio nella sua filmografia, ribadendo ancora di più il suo estro, e la sua creatività. Nessuno può dire di non aver visto almeno un suo film una volta, chiunque avrà amato Elliot e la sua amicizia con E.t , Indiana Jones, o non sarà mai stato pienamente tranquillo in acqua; oppure chi non ha mai sognato di incontrare gli alieni o non avrà mai pianto e pensato agli orrori successi nella storia vedendo la bambina con il cappotto rosso in “Schindler’s list” o, ancora, la rappresentazione realistica dello sbarco in Normandia ne il “Salvate il soldato Ryan “?

Attento a tematiche sociali e storiche, ma soprattutto al valore della famiglia e dell’ innocenza dei bambini, contrapposta all’ ipocrisia e cattiveria adulta. Spielberg continua e continuerà ad influenzare generazioni di spettatori , registi e scrittori di cinema, perché la sua scintilla ed il suo genio fino a quando sognerà per vivere non avranno fine.

Andrea Lo Gioco

Rispondi

Chiudi il menu
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: